La geotermia a servizio della comunità

La geotermia a servizio della comunità
Sfruttamento della risorsa geotermica ad uso delle comunità di S.Fiora (GR):
Si tratta di un'iniziativa che prevede lo sfruttamento del calore residuo prodotto dalla centrale geotermica di Bagnore di propietà di Enel Green Power da 20 MWe che nasce per la produzione di energia elettrica sfruttando le risorse geotermiche del territorio toscano.

CST611

Il calore residuo, che si presenta in origine sotto forma di vapore a bassa e/o ad alta pressione, viene spillato e trasformato in acqua calda a 90°C, grazie alla centrale di scambio termico costruita da Amiata Energia S.p.a. e, quindi, distribuito attraverso una rete di condotte nel territorio del Comune di Santa Fiora, in provincia di Grosseto. La realizzazione consente di ottimizzare l'energia prodotta da una fonte naturale, la geotermia, contribuendo a ridurre le emissioni inquinantie i gas dannosi per l'effetto serra. Il comune di Santa Fiora si è affidato alla società Amiata Energia, ed in particolare ai soci operativi presenti all'interno della compagine azionaria della società, allo scopo di migliorare la qualità della vitadei suoi concittadini, perseguendo una via eco-sostenibile sia nel presente che per gli anni a venire. L'accordo stipulato tra Enel Green Power e Amiata Energia prevede la fornitura di energia geotermica per tutto il tempo che Enel Green Power deterrà la concessione allo sfruttamento del sottosuolo grazie all'accordo che la stessa ha con la Regione Toscana.