Sintesi del progetto

La geotermia: una grande forza della natura al servizio della comunità

impianto_primaTeleriscaldamento al Monte Amiata: semplicità concettuale e progettazione all'avanguardia

Il calore, come vapore a bassa pressione, nella nuova Centrale di scambio termico da 15 MW, viene trasformato in acqua calda a 90°C e tramite la nuova centrale di pompaggio viene distribuito con l’impiego di tubazioni preisolate interrate nella rete cittadina.

E' un impianto di produzione e di distruzione del calore per il riscaldamento dei fabbricanti e per la produzione di acqua calda sanitaria, destinato ad una utenza diffusa sul territorio.


L'impianto di teleriscaldamento è costituito da:

  • una centrale di produzione e distribuzione di acqua calda 90°C, con sfruttamento del calore geotermico di risulta della centrale elettrica di Bagnore;
  • una rete di distribuzione dell'acqua calda con tubazioni di tipo preisolato, totalmente interrate;
  • sottocentrali di zona per il livellamento della pressione e per una migliore gestione del servizio.
  • sottocentrali di utenza, che si pongono come elementi di separazione tra la rete di distribuzione e l'impianto di riscaldamento a 75°C del singolo utente.

impianto_dopo


Avvisi agli utenti